Un elenco di quanti devono rispettare l’obbligo e di chi, invece, non è tenuto; la precisazione che, se individuato all’esterno dell’impresa, può trattarsi anche di una persona giuridica; l’indicazione che un gruppo aziendale può anche designare un unico soggetto, purché facilmente raggiungibile da ogni stabilimento. Sono alcune delle risposte che il Garante della privacy ha fornito per aiutare i privati (imprenditori, liberi professionisti, fondazioni, società, banche, ma anche partiti , sindacati e Caf) a mettere meglio a fuoco il profilo del Dpo (data protection officer o responsabile della protezione dei dati), la nuova figura prevista dal regolamento europeo 2016/679 che diventerà operativo il prossimo 25 maggio….